Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

BEATA TERESA DI CALCUTTA

“Io sono solo una povera donna che prega. Pregando, il Signore mi ha riempito il cuore di amore e così ho potuto amare i poveri con l’amore di Dio”. Madre Teresa voleva che le persone di cui si prendeva cura sperimentassero la tenerezza dell’amore di Dio. La sua mano affettuosa, le sue braccia aperte, il suo sorriso luminoso, i sui gesti accoglienti, volevano trasmettere il messaggio: tu sei amato, tu sei accettato, c’è chi si prende cura di te. la forza persuasiva dell’amore di madre Teresa aveva la capacità di conquistare i cuori.
La Beata stessa raccontò quello che accadde un giorno, quando nella casa di Calcutta portarono una donna raccolta dal marciapiede, che versava in incredibili condizioni, con il corpo ricoperto di piaghe purulente. La madre l’accolse con quella sua grande dolcezza, la curò e ripulì per ore. Quella povera creatura, anche davanti alle materne attenzioni della madre dei poveri, continuava a imprecare. La Beata le asciugava il sudore e inumidiva le labbra arse. Finalmente la donna esclamò: “Suora, ma perché fai così? Non tutti fanno come te, chi te l’ha insegnato?” Madre Teresa con il candore della sua anima rispose: “me l’ha insegnato il mio Dio”. E quella donna chiese: “Fammelo conoscere il tuo Dio”. A questo punto Madre Teresa, abbracciandola, le donò l’ultima incantevole risposta: “Il mio Dio adesso tu lo conosci. Il mio Dio si chiama Amore”.

Tutti vorremmo avere nel nostro cuore una briciola del suo amore, per il prossimo! Solo così il mondo sarebbe migliore.
Nonna Grazia

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email