Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Toyota C-HR: un crossover tutto spigoli e unicità

SILVI MARINA – La Toyota arriva nel settore delle Crossover compatte. E lo fa in un modo tutto particolare, presentando la C-HR, una vettura dalle linee assolutamente uniche. Il nuovo prodotto giapponese è disponibile con 1 Motore a Benzina (1200 da 115 cv) oppure 1 Motore Ibrido Benzina + Elettrico (1800 da 122 cv), negli allestimenti Active, Business, Lounge, Style. Esternamente le linee originali e sinuose sono “spalmate” su una carrozzeria lunga 436 cm dal tetto arcuato, con grandi ruote e passaruota bordati di nero. I “particolari” fari che si uniscono alla mascherina, i passaruota in bella evidenza e i fanali a forma di ala, che sembrano appena appoggiati alla carrozzeria, la Toyota C-HR fa di tutto per non essere banale. Sono “strane” persino le maniglie posteriori: mimetizzate nell’angolo alto della porta e disposte in orizzontale. Il lunotto quasi orizzontale dà grinta alle forme. Al pari della carrozzeria, l’abitacolo della Toyota C-HR si presenta moderno e dalle forme originali: la plancia asimmetrica è dominata dallo schermo di 8’’, a sfioramento, che sembra emergere dalla fascia centrale Molti i dettagli in plastica nera lucida (che, quando la luce batte sopra diretta rivelano essere tempestati di microscopici brillantini) e le finiture non deludono; sotto le linee “fantascientifiche”, i comandi e la loro disposizione si rivelano molto convenzionali, e per questo facili da individuare. Anche il cruscotto, illuminato di blu, è molto completo: due elementi a lancetta con, al centro, uno schermo multifuzione a colori, che ripete anche le indicazioni del navigatore e mostra le informazioni dell’impianto multimediale. Ed ora il momento del test drive: la Toyota C-HR guidata è stata la 1800 HSD Hybrid E-CVT Style da 31111 €. La Toyota si apre al mondo dei crossover compatti proponendo la sua soluzione avveniristica: la C-HR. Su strada, la C-HR è una vettura che si fa notare con le sue forme anticonformiste e per nulla convenzionali. E’ pratica, maneggevole, lo sterzo è molto leggero e preciso, si parcheggia facilmente grazie all’ausilo dell’ottima retrocamera a colori. Il propulsore che equipaggia la C-HR è il motore Ibrido 1800 della Prius, prima ibrida Toyota e prima Ibrida a essere commercializzata al grande pubblico. Questo motore, ormai molto conosciuto e apprezzato, permette alla C-HR, di essere prestazionalmente amica dell’ambiente, grazie a ottime doti unite a consumi molto molto contenuti. Per finire il listino prezzi: si va da 25700 € della 1200 Active per arrivare a 29700 € della 1200 Style 4WD (Benzina), si va da 28400 € della 1800 Active per arrivare a 30400 € della 1800 Style (Ibrida).

Per ulteriori informazioni sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.besmotori.it

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email