Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

MISSIONE DI VITA

NELLA CASA DI MONTICHIARI DEI SILENZIOSI OPERAI SI E’ SPENTO DON LUIGINO, DOPO AVER COMBATTUTO A LUNGO CONTRO IL COVID.

Infinite le lune
che hanno concesso il passo
a gesti, emozioni
dato vita, a cammini, evoluzioni
prese di coscienza.
Fervido il ricordo di don Luigino
in un meriggio d’ovattata lanugine
entro mura d’un piccolo confessionale
di Lourdes.
Lacrime amare
intense, le mie, copiose sgorgavano
alla ricerca andando di consolazione.
Furono le sue parole,
gesti misurati, voce scandita
ad infondere, nel profondo dell’animo
infinita tenerezza.
Ancora una volta
trovai la forza, di sollevarmi dal dolore
di prendermi fra le mani
di forte stringere al petto
l’amata sofferenza, missione di vita.
Carezza la sua, che seppe lambire nostalgie
far riemergere ardire, forza, coraggio.
La sua voce si fece sussurro, boato
affermazione:
“Ora tu sei qui in lacrime,
prova grande, dolorosa, difficile
quella della malattia di tua figlia.
Un giorno sarai tu a dare forza,
la tua fede ti risolleverà dal pianto
la tua determinazione recherà gioia
a chi nella tribolazione”.
E sono ancora qui carissimo Don Luigino
sorriso sulle labbra pronta a dare la vita
per amore
a combattere per la giustizia
a rendere testimonianza della sofferenza
facendo gioia silenziosa
fluire rapido di battito d’ali.

Milena, la mamma di Vittoria e di Celeste

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email