Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Martina/Martino

Il nome Martina e il suo corrispettivo maschile Martino deriva dal termine latino Martinus il cui significato è “dedicato a Marte”. Il nome al maschile, Martino, diviene di uso comune a partire dal IX-X secolo, in onore di San Martino di Tours, un soldato della guardia imperiale che divenne vescovo. Infatti, la leggenda narra che diede metà del suo mantello ad un povero infreddolito che il Santo incontrò sul suo cammino una mattina d’inverno. Dopo quel gesto il Santo fu ricompensato con giornate miti.

Verosimilmente, proprio quelle che si possono vivere nel periodo intorno all’11 novembre, detto appunto, estate di San Martino. Si può erroneamente pensare che questo nome sia un diminutivo del nome Marta che, invece, ha tutt’altra origine.

Onomastico
Martina si festeggia il 30 gennaio in onore di Santa Martina vergine e martire di Roma. Martino invece si festeggia l’11 novembre in memoria di San Martino nato in Pannonia e morto nel 397. È patrono, della fanteria, degli albergatori, dei fabbricanti di botti, dei mendicanti, dei militari, degli osti, dei poveri, dei mariti traditi e degli ubriachi. È patrono, inoltre, della città di Belluno
Caratteristiche del nome
Chi porta il nome Martina o Martino è una persona con un animo dolce e sensibile. È un’inguaribile sognatrice che sa rimanere con i piedi per terra. Normalmente raggiunge i suoi scopi senza troppa fatica; è molto intelligente e ha una particolare predisposizione per il mondo del misticismo.

Origine: latina
Parola chiave: dolcezza
Ipocoristici maschili: Tino
Ipocoristici femminili: Tina
Numero portafortuna: 3
Colore: Giallo
Pietra Simbolo: Diamante
Metallo: Oro
Segno zodiacale corrispondente: Pesci

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email