Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

IL PROBLEMA É SEMPRE L’UOMO E LA SUA VIOLENZA

Mi sono ubriacato diverse volte ma non ho mai corso il rischio di essere violentato. Sono uomo. In vita mia non ho mai sentito di un uomo ubriaco violentato. Allora il problema non è essere ubriachi. Il problema è essere donne.
Ho camminato a petto nudo, in pantaloncini, in canottiera, con il costume a mutanda. Ma nessuna mi ha mai violentato. E neppure lanciato apprezzamenti. E allora il problema non è come mi vesto. Non sono i vestiti. Io sono uomo. Io posso. La donna e la ragazza invece se la sono cercata. Mi sono appartato a pomiciare, a fare petting. Ma se non mi andava di fare sesso nessuna donna mi ha mai costretto, magari puntandomi un coltello alla gola. Perché io sono maschio. Io posso dire di no. Posso dire basta. Allora il problema non è la donna che se l’è cercata, appartandosi. Il problema è sempre l’uomo e la sua violenza.
Sono uscito con gruppi di due o tre amiche e io unico maschio. Ma non mi sono mai sentito minacciato o a disagio. Non ho mai subito violenza di gruppo. Perché io sono maschio, e non corro questi rischi. Perché non esiste l’idea che l’uomo sia un oggetto di piacere. Che sotto sotto gli piace, anche se forzato. A nessuno piace essere soggetto a violenza. E no, una donna che esce con due o tre uomini non si è cercata nulla. Di certo non una violenza di gruppo. Ho avuto superiori donne. Insegnanti donne. E non sono mai stato molestato. Mai. Neanche una pacca sul sedere. Neanche una palpatina. Perché sono un uomo. Non sono considerato accondiscendente. Perché essere in una posizione subalterna non vuol dire dover accettare anche le molestie. Quand’è che una donna e un uomo potranno vivere allo stesso modo? Continuerò sempre ad insegnare questo rispetto ai miei figli.

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email