Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

“Fatti mandare dalla mamma”

Abbondante all’orizzonte si staglia
la sua morbida figura,
Con fare dondolante
e avanzamento altalenante
attraversa tutto il cortile
stringendo fra le mani
un luccicante argenteo pentolino.
Un cane, una gallina ed un gattino
gli girano attorno
gli fanno un gran festino
e lei per tutti una dolce parola:
Mina, sta bene la tua zampetta?
Trudy, hai mangiato il granturco?
E tu polpetta hai preso qualche topo?
Ecco, è arrivata alla stanza del frigo,
“Ciao amore, tutto ok?”
Mi dice con fare sornione
mentre un sorriso gli rischiara il viso,
poi si china in avanti
oro bianco dal rubinetto del frigo
un attimo e l’argenteo pentolino
è colmo di latte.
Si gira, “ci vediamo stasera”,
riparte ed il suo retro
rimpicciolisce all’orizzonte
Ma il suo profumo per molto tempo permane.
Prima di mia moglie Giovanna
il rito di prendere il latte
era esclusiva di mamma Anna,
per una vita glielo visto fare.
Ma il tempo non guarda in faccia nessuno:
per ognuno di noi il vespero compare.

Giordano

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email