Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

ANNO 2007: GENNAIO E FEBBRAIO

1º gennaio o L’Italia entra a far parte, come membro non permanente, del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. o La Slovenia adotta l’euro. o La Romania e la Bulgaria entrano nell’Unione Europea. o La città di Sibiu in Romania è la città europea della cultura. o La Germania assume la presidenza di turno dell’Unione Europea. o Il gaelico viene ufficialmente riconosciuto come una delle lingue ufficiali dell’UE. o La Svizzera aderisce al trattato di Schengen. o L’Angola entra nell’OPEC. o Il sudcoreano Ban Ki-Moon subentra al ghanese Kofi Annan come Segretario Generale dell’ONU. o Austria: dopo la morte della ministra degli interni Liese Prokop, assume l’interim il cancelliere Wolfgang Schüssel. 2 gennaio – Il governo spagnolo guidato da Zapatero rompe con l’Eta, l’organizzazione per l’indipendenza dei Paesi Baschi dopo l’attentato all’aeroporto di Madrid il 30 dicembre 2006. A dare l’annuncio ufficiale è il ministro degli Interni, Alfredo Perez Rubalcaba in una conferenza stampa. 4 gennaio – Nancy Pelosi viene eletta Presidente della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America. 9 gennaio – Arrestato l’assassino di Gianluca Congiusta, il giovane commerciante di telefonini che rifiutò di pagare il pizzo. Un provvedimento di custodia cautelare è stato notificato in carcere a Tommaso Costa, 48 anni, considerato capo dell’omonima cosca di Siderno. Il padre di Gianluca, Mario, attuava da mesi forme di protesta per ottenere giustizia in nome del figlio. 10 gennaio – La strage di Ustica non ha colpevoli. A 27 anni dall’esplosione in volo del DC9 dell’Itavia diretto a Palermo, la prima sezione penale della Corte di Cassazione ha impiegato cinque ore per dichiarare definitivamente innocenti i due generali dell’Aeronautica accusati di aver depistato le indagini. 11 gennaio Vietnam – Il paese asiatico entra a far parte dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, divenendo il 150º Stato ad aderirvi. 13 gennaio – Spagna: l’ex Presidente dell’Argentina, Isabel Martínez de Perón viene arrestata, con l’accusa di avere infranto i diritti umani nella tragedia dei Desaparecidos nel 1976. 15 gennaio – Incidente in mare nello Stretto di Messina: a poche miglia dall’imboccatura del porto del capoluogo peloritano entrano in collisione il motocarena “Segesta Jet” della compagnia “Bluvia” (ex-Ferrovie dello Stato), carico di pendolari diretti da Reggio Calabria a Messina, e la motonave portacontenitori “Susan Borchard”. Quattro morti, tutti appartenenti all’equipaggio del “Segesta”. 16 gennaio – Costruito abusivamente negli anni ottanta, viene abbattuto l’ecomostro di Copanello di Stalettì a pochi metri dalla zona archeologica che vuole lì la tomba di Cassiodoro. Un abbattimento previsto dal 1987 e mai eseguito anche per le pressioni delle Cosche avvenuto alla presenza del ministro Pecoraro Scanio e dal governatore Agazio Loiero. 17 gennaio – Prescrizione per Oreste Scalzone, che può tornare in Italia dopo ventisei anni di latitanza in Francia. La decisione per l’ex capo di Autonomia Operaia viene presa dai giudici prima Corte d’assise di Milano hanno dichiarato il non doversi procedere nei suoi confronti. 18 gennaio – L’uragano Kyrill si abbatte sull’Europa settentrionale. 19 gennaio: Il giornalista turco-armeno Hrant Dink viene assassinato: il responsabile identificato il giorno seguente. 21 gennaio – Il Partito Radicale Serbo vince le elezioni in Serbia, conquistando la maggioranza relativa dei seggi, ma lo stesso leader Vojislav Šešelj ammette che difficilmente riuscirà a formare un governo. 24 gennaio – Moshe Katsav, ottavo presidente di Israele, si autosospende dall’incarico per le accuse di stupro, frodi e intercettazioni illegali. 27 gennaio – Rissa allo stadio di Luzzi (CS), dove dopo la partita Sammartinese – Cancellese (Terza Categoria), un calcio mortale colpisce negli spogliatoi Ermanno Licursi, dirigente della squadra di San Martino di Finita. Licursi avrebbe prima sedato una rissa a fine gara e poi ricevette colpi che gli procurano un’emorragia cerebrale letale. 31 gennaio Il Parlamento del Venezuela conferisce per decreto al presidente Hugo Chávez il potere di governare il paese per diciotto mesi. o Chiude la televisione gay.tv, unico media omosessuale italiano, in onda su satellite. Permane la possibilità di vedere la rete come pay-tv. 2 febbraio – In occasione del derby calcistico Catania-Palermo, scoppia una guerriglia tra le tifoserie che porta alla morte dell’ispettore di Polizia Filippo Raciti. Il giorno successivo viene sospeso il campionato di calcio. 3 febbraio – Un camion bomba fa oltre cento vittime in un affollato mercato di Bagdad, e ferisce oltre trecento persone.

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email