Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

UNA MINISTRA A SCUOLA

Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ha visitato l’Istituto Bonsignori e l’ha definito “una realtà straordinaria per la formazione dei giovani”.

È stata una mattinata davvero intensa, a Remedello, quella dello scorso 14 maggio: in quella data sono stati inaugurati i nuovi laboratori elettrici e dell’automazione industriale, alla presenza della ministra Bonetti nonché dei sindaci e dei parroci della zona al confine fra le province di Brescia, Mantova e Cremona.
Il primo momento dell’evento si è svolto nella sala Cappellazzi dell’Istituto Bonsignori: qui padre Benedetto Picca, Superiore generale della Congregazione Sacra Famiglia di Nazareth, ha salutato le autorità presentando loro i quattro capisaldi della formazione piamartina.

“Al centro mettiamo i giovani, la famiglia, il lavoro e la società – è l’introduzione di padre Benedetto – Ci ispiriamo ancora oggi al carisma di San Giovanni Battista Piamarta, improntando un’educazione professionale che sia rivolta alla persona. La scuola e la famiglia sono le prime “agenzie” di formazione, per questo l’Istituto Bonsignori non si impegna soltanto a trasmettere nozioni, ma è soprattutto un luogo di vita dove imparare la convivenza civile e sviluppare la propria personalità”.
Il padre ha poi guardato all’attualità: “Ci sono sempre tante emergenze educative. In questa occasione ribadiamo la necessità di nuove alleanze da stringere per il bene dei giovani, per comprendere meglio i loro bisogni. I ragazzi infatti non sono soltanto il nostro futuro, ma anche il presente che si concretizza attraverso i tirocini professionali e l’alternanza scuola-lavoro”.
Poi è toccato a Fausto Piardi, direttore del Centro Bonsignori, salutare la platea composta anche da una rappresentanza dei “suoi” allievi, mentre gli altri ragazzi e i formatori seguivano l’evento in videoconferenza.
“Siamo grati per la presenza della ministra Bonetti – ha sottolineato il direttore – Il Bonsignori appartiene alle allieve e agli allievi che quotidianamente scrivono la storia del nostro istituto. E proprio loro, anche stamattina, saranno i protagonisti”.

Ogni settore è stato così raccontato da un rappresentante. Nicolò, del percorso professionale di Agricoltura, ha riconosciuto che “la visita di un ministro è un evento raro, perciò sono felice di rappresentare i 710 allievi del nostro Centro. Ho scelto questo settore per la mia passione per l’agricoltura, la natura e gli animali. Sto apprendendo un mestiere in grande cambiamento, ma che resta primario per la vita delle persone”.
Federico, del settore Motoristico, sta studiando e imparando insieme ai compagni “come funziona un motore. È bello scoprirne i segreti dai formatori e durante i tirocini, così come rimanere aggiornati sull’evoluzione dell’automotive”.
Prince, che ha rappresentato il percorso Elettrico, ha commosso i presenti: “Il mio arrivo in Italia mi ha donato la gioia di tornare a vivere con entrambi i genitori e di conoscere nuovi amici. Il problema della lingua ha però rischiato di mandare all’aria il mio sogno di diventare elettricista. Tutto è cambiato in meglio qui al Bonsignori grazie alla disponibilità degli insegnanti e anche quella del tirocinio si sta rivelando un’esperienza bellissima: sono orgoglioso di dire che il mio sogno si sta realizzando grazie a questo Centro”.
Sahildeep, pronto all’esame di quarto anno per ricevere il diploma professionale di Tecnico di cucina, è uno studente lavoratore: “Trascorro tre giorni a settimana nella cucina di un ristorante come apprendista di primo livello.
Le altre tre giornate le passo invece tra scuola e studio: è difficile conciliare entrambi gli impegni, ma questo mi ha permesso di fare passi notevoli ed essere soddisfatto di me stesso.
La fatica è un valore e la scuola è il miglior strumento di integrazione”.

Poi l’evento è proseguito con l’inaugurazione dei laboratori elettrici.
Dopo la benedizione di Padre Benedetto e il taglio del nastro tricolore per mano della ministra, i presenti hanno visitato le quattro aule-laboratorio che gli allievi utilizzano dallo scorso settembre.
Qui, tra impianti casalinghi, bracci collaborativi, domotica e automazione industriale, gli allievi del Bonsignori hanno mostrato alla ministra, ai sacerdoti e ai sindaci come si svolgono le lezioni nei laboratori del settore Elettrico e quali sono le competenze apprese nei quattro anni di formazione verso la qualifica e il diploma professionale. È stata così ancora una volta la voce dei ragazzi a spiegare nei dettagli il funzionamento delle strumentazioni di ultima generazione ospitate nelle classi del Centro.
L’inaugurazione è poi continuata con la visita al laboratorio di CNC che accoglie macchine utensili a controllo numerico computerizzato e stampanti 3D, che gli allievi del settore hanno mostrato ai presenti. Infine la visita al laboratorio del percorso di Autoriparatore, una vera e propria officina con veicoli a due e quattro ruote che i formatori “sezionano” e spiegano passo passo agli allievi durante le lezioni.
L’evento si è concluso nel verde del bellissimo parco del Bonsignori, dove i ragazzi e le ragazze del settore Ristorazione hanno allietato le autorità servendo un rinfresco a tutti i presenti.
Il prossimo appuntamento di questo tipo non tarderà ad arrivare, visto che è in programma per la
prossima estate la ristrutturazione degli spazi per il nuovo laboratorio del settore Meccanico che
ospiterà le macchine utensili.

Luca Regonaschi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email