Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

TI SCATTERO’ UNA FOTO

Accade quando meno te lo aspetti. Quando il tuo cuore, inniettato di sonnifero per non farlo soffrire, si ridesta dal letargo. Svegliato da un dettaglio, da una circostanza, dal caso che si traveste da sintonizzatore musicale, a 7000 metri sopra la crosta terrestre, quando fuori è già buio e la notte è il nuovo nome della sera. E tu, che sei lì a non capire perchè solo in quel momento ti sembra finalmente di capire, ascolti. Tu, sei lì che ascolti. Assaggi la tua pelle d’oca, accarezzi lacrime che trattieni e ti fai ammaliare da note e parole che ti calzano addosso, dentro, a pennello. Note che scavano, parole che incidono. E così ti ritrovi a scoprire che qualcuno, chissà quando, ha fotografato un istante che assomiglia oppure è per lo più identico, a quello che anche tu hai assaporato. Prima, un tempo, in un epoca che assomiglia al passato. Riga per riga, sfacettatura per sfacettatura. E allora ti metti a correre, con la fantasia prima e il desiderio di sottolineare le parole poi, quelle del testo, con le solite note, sempre più avvolgenti a fare da sottofondo, il mouse che evidenzia quei passaggi cantati che sono “tuoi”, tutti tuoi, e che in questo caso il cantante ha reso di tutti. Pubblici e godibili. Pur nella sofferenza del ricordo. Succede. Accade. E nessuno se ne vergogni mai. Nemmeno il sottoscritto. Ti scatterò uno foto, anche io, amore. Perchè gioia e dolore hano lo stesso sapore con te. 🙂 Ricorderò e comunque anche se non vorrai Ti sposerò perché non te l’ ho detto mai Come fa male cercare , trovarti poco dopo E nell’ ansia che ti perdo ti scatterò una foto… Ti scatterò una foto… Ricorderò e comunque e so che non vorrai Ti chiamerò perché tanto non risponderai Come fa ridere adesso pensarti come a un gioco E capendo che ti ho perso Ti scatto un’ altra foto Perché piccola potresti andartene dalle mie mani Ed i giorni da prima lontani saranno anni E ti scorderai di me Quando piove i profili e le case ricordano te E sarà bellissimo Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire. E riconobbi il tuo sguardo in quello di un passante Ma pure avendoti qui ti sentirei distante Cosa può significare sentirsi piccolo Quando sei il più grande sogno il più grande incubo. Siamo figli di mondi diversi una sola memoria Che cancella e disegna distratta la stessa storia. E ti scorderai di me Quando piove i profili e le case ricordano te E sarà bellissimo Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire. Non basta più il ricordo Ora voglio il tuo ritorno… E sarà bellissimo Perché gioia e dolore han lo stesso sapore Lo stesso sapore con te Io Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire… Testi e musica di Tiziano Ferro Un grazie a Maurizio Lorenzi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email