Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Solstizio d’Estate

Sotto il rosso Sole d’Estate…
danzano … i Folletti e le Fate.

Da un falò si diffonde il calore…
sale al cielo un canto d’amore.
Si rinnovano riti pagani
intrecciati con quelli cristiani.
Ogni luogo ha le sue tradizioni
tramandate con leggende e canzoni.
Salutiamo il Sole che ha maturato il grano
e danzando e cantando lo ringraziamo.
Si falciano le messi nei campi
e non c’è tempo per essere stanchi.
I covoni si devono portare
accanto alla macchina per trebbiare.
Tanti sacchi di chicchi dorati
nel granaio saranno ammucchiati.
In cortile, le balle di paglia,
formano una specie di montagna
su cui salgono, felici, i bambini,
sentendosi dei piccoli alpini.
Il contadino è molto impegnato
ad ammassare il fieno profumato.
C’è ancora molta erba da tagliare
e alcuni campi già si devono arare.
La sera, si cena tutti in cortile
mentre il sole, lentamente, va a dormire.

Sotto la bianca Luna d’Estate…
dormono… i Folletti e le Fate.
(Piera Masoch)

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email