Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Scena d’amore

Francesco racconta: “Questa mattina in autobus sale una coppia di giovani ragazzi con sindrome di Down. Li ho visti più volte, sono fidanzati. Scherzano e amoreggiano tutte le volte che li incontro. Lui che le soffia tra i capelli, lei che gli tira un orecchio… il tutto con grande complicità e intesa. È successo anche stamani. Scena bellissima. Lui con tutta la tenerezza e l’amore del mondo le prende il volto tra le mani, le dice in continuazione: “Bella, quanto sei bella!” e le bacia delicatamente guance e fronte sorridendo.
Mi emozionano e mi fanno stare bene.
Dentro di me penso: “Viva l’amore, in tutti i suoi colori, forme e dimensioni. SEMPRE!”
Poi mi giro intorno e vedo ragazzi e adulti sghignazzare trovando la scena divertente o comunque da deridere. Rimango basito, ma mi ricordo subito dopo che al peggio non c’è mai fine. È vero che la madre dei cretini è sempre incinta. Ma sapete una cosa? A quei ragazzi di quello che stava facendo la gente non gliene fregava niente. Si bastavano nella loro favola d’amore e non avevano bisogno di altro. Cosa auguro ai “senza cuore”? Nessuna disgrazia, solo di trovare qualcuno che li ami anche solo un millesimo di quanto quel ragazzo ama la sua compagna. Perché il bene c’è. Esiste.
E potrà trionfare solo se ognuno di noi ne mette un po’ in circolo.”

Francesco Ciai

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email