Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

SARA ISELLA: Quando la fotografia è genuina eleganza

Elegante, genuina, sensuale. La vicina di pianerottolo che chiunque vorrebbe. Fisico da urlo, occhi che parlano e un’energia che non conosce pit-stop. Il titolo di “Modella del popolo” ottenuto qualche mese fa in occasione di un concorso di bellezza racconta alla perfezione chi è Sara “Ohara” Isella.
Nel suo essere femminile e provocante, c’è un misto di genuinità e semplicità che esalta le sue curve, il suo corpo, la sua naturalezza nello stare al centro dell’attenzione. La sua forza è proprio questa: avere le luci dei riflettori puntate addosso la esalta, le piace da morire perché le permette di tirar fuori quel suo esibizionismo mai banale. Ma non è tutto qui. Oltre al fisico, c’è molto di più. Per Sara Isella, 37enne della Provincia di Savona, la fotografia è stata un riscatto.
Prima accantonata, poi riscoperta. Nella vita, d’altronde, è sempre bene darsi delle priorità. I sue due meravigliosi figli lo sono stati per anni, finchè poi il suo sentirsi “donna” le ha permesso di affiancare il ruolo di fotomodella a quello di mamma. Inutile dire che, consapevole del ruolo, l’eleganza e la sobrietà (con un pizzico di malizia) la fanno sempre da padrone. E il risultato finale è da favola. Nel gennaio 2019 è uscito il suo calendario “Le Tentazioni 2019” prodotto insieme al fotografo Stefano Biliotti. Scatti che hanno fatto sognare chiunque se li sia ritrovati dinanzi.
Riavvolgiamo il nastro. Sara Ohara Isella è tornata nel mondo della fotografia dopo uno stop di 12 anni dovuto alla doppia maternità.
Proprio così, una scelta che rifarei. Nell’ottobre 2018 ho deciso di rituffarmi nel mondo della moda, della fotografia e dei social, trovandomi nuovamente a mio agio. Una decisione controcorrente: immaginate che scandalo, nella “piccola” Savona, una mamma che si rituffa nel mondo della fotografia per scattare in intimo! Sapete che penso? Che ogni commento e critica mi rafforza e mi spinge a proseguire in questa direzione.
Ci sono due aneddoti al riguardo.
Proprio così: a parte il gran “vociare” in città, nessuno ha mai avuto il coraggio di dirmi in faccia qualcosa, di dirmi realmente quel che pensava. E, dopo aver visto il mio profilo e le mie foto, c’è chi ha deciso di non rinnovarmi un contratto di lavoro… Detto questo, resto felice ed entusiasta della mia scelta.
Sono i numeri a testimoniare il tuo successo.
Sto lavorando a fondo per farmi conoscere. Sono presente su tutti i principali social network, condivido con fans e followers i miei scatti e i miei outfit. Il mio account di Facebook fino a pochi mesi fa era un semplice profilo e contava poco più di 600 amici. Ad oggi conto 3 profili Facebook, una pagina ufficiale, un canale YouTube, più altri profili su Instagram, Twitter, 500px, per un totale di quasi 10.000 followers.
Tu ti definisci provocatrice e anti-conformista.
Proprio così, ma sempre con intelligenza e raziocinio. Non fa parte di me il mostrare tanto per farlo: non lo trovo per nulla sensuale e appagante. Mi piace che dietro ci sia un progetto, una collaborazione con un artista della fotografia. Ecco perché devo dire grazie al fotografo Robert Grey che ha saputo esaltare la mia fisicità e la mia persona con scatti straordinari.
Il lato provocatorio, però, non manca.
Questo è poco ma sicuro. Fa parte di me, dal punto di vista fisico ma anche caratteriale. So bene, ad esempio, che chi critica la mia scelta di posare nella realtà vorrebbe essere al mio posto. Ecco, allora io restituisco pan per focaccia continuando a proseguire questi scatti. Prima che col corpo, occorre saper provocare con la testa…
C’è però un tassello che manca nella tua carriera artistica.
La mia passione più grande è per la recitazione, un campo che ho coltivato per due anni facendo parte di una Compagnia teatrale. Mi piacerebbe approfondire le mie competenze, seguire un corso e conseguire un attestato. Completata la mia formazione, mi piacerebbe rimettermi in gioco e salire nuovamente sul palco.
Cos’ha di speciale questa forma d’arte?
Ti mette a contatto col pubblico, qui esiste solo la diretta ed è normale che l’adrenalina la faccia da padrona.
Ecco, questa situazione mi esalta e vorrei viverla. Il contatto con la gente però vuoi tra smetterlo anche nel tuo personaggio di fotomodella. Proprio così: rimango una persona semplice e naturale, genuina come lo sono da sempre.
Ho in corso la progettazione di importanti progetti fotografici, pubblicitari e televisivi. Ma nulla cambierà la persona che sono. Usciamo dal set: Sara Isella è mamma e donna.
Sono una mamma dolce, amorevole e determinata a trasmettere valori importanti ai propri figli. Ma sono anche una donna tranquilla, semplice, che sul set sa trasformarsi.
Sono determinata e permalosa, con degli occhi che parlano e raccontano tutto di me…

CONTATTI
Instagram @oharangelphoto
CREDIT FOTOGRAFICI
Ph. Robert Grey

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email