Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

RITORNO A CASA…

…e tre giorni possono essere abbastanza per vivere dentro un abbraccio.
Avvolta dall’affetto di tanti parenti e amici, rassicurata dai ricordi mai troppo lontani di un paesino che contiene ancora vivide le immagini della mia adolescenza, oggi sono ritornata a casa con mille emozioni sulla pelle. E altrettanto grande arrivi il mio ringraziamento a tutte le care persone incontrate, alle colazioni e aperitivi pagati prima che me ne accorgessi (infatti ho deciso di tornare con più frequenza); e ancora ai miei parenti, che mi hanno costretta a ingurgitare deliziosi manicaretti (ai quali manderò la fattura per i mesi che dovrò pagare al nutrizionista, per perdere i chili messi). E, ironia a parte, un particolare grazie a chi mi ha riconosciuta e chiamata per nome e cognome, dopo almeno quarant’anni di lontananza. Mi sono pure montata la testa, dicendomi durante il viaggio di ritorno, che evidentemente ero rimasta identica a quella ragazzina che cantava con Tommaso e Company…e alla quale i ragazzetti correvano dietro. Poi ho dovuto lasciare in autostrada le illusioni e ammettere che di tempo ne è passato tanto, che il caro Tommaso non c’è più e…che nessun ragazzo mi correva dietro. A metà tra ricordi e realtà la consolazione che i vicoli e le stradine sembrano aver conservato i miei passi, i miei sentimenti e le mie gioie. Il tutto me lo porto dietro con me…in attesa di ritornare.


Pinella Gambino

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email