Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

QUALE CURIOSITÀ SUI LIBRI

Il termine “libro” deriva da “LIBER”, il più interno di tre strati della corteccia, sul quale gli antichi scrivevano.
I primi libri non avevano titolo, e per individuarli si usavano le prime parole del testo. Il 1° libro fu stampato da Gutenberg, (inventore della stampa a caratteri mobili) una Bibbia in 2 volumi, nota appunto come la Bibbia di Gutenberg. Il libro più piccolo leggibile senza lente si trova nella Biblioteca Malatestiana di Cesena, stampato a Padova nel 1897, misura 15x 9 mm e contiene una lettera di Galileo Galilei a Cristina di Lorena.
Il libro più rubato nelle biblioteche pubbliche degli USA è stato “Il guinness dei primati”, un primato nei primati!
Il romanzo più lungo è stato scritto da Henry Darger, lunghissimo già il titolo e conta 16.000 pagine.
L’autore con più libri è Ryoki Inove, scrittore brasiliano che a 40 ani aveva già scritto 1102 libri, molti dei quali sotto pseudonimo.
Uno dei libri più misteriosi di tutti i tempi è il Manoscritto Voynich, un volume dell’inizio del XV sec, scritto a mano su pergamena, in una lingua così strana che nessuno finora l’ha decifrata. L’indice dei libri proibiti, istituito da Papa Paolo IV nel 1558, era un elenco di pubblicazioni ritenute dannose per la fede che i cattolici non dovevano leggere, pena la scomunica.
Libro nero è un modo di dire risalente alla Rivoluzione Francese, quando i nomi dei condannati alla ghigliottina venivano annotati su un volumetto di colore nero.
La definizione libro giallo nacque quando la Casa Editrice Mondadori pubblicò nel 1929 una collana di libri polizieschi con la copertina gialla. Romanzo rosa è un genere letterario che narra storie e intrecci d’amore, scritto prevalentemente da donne e destinato in genere ad un pubblico femminile. Di qualsiasi genere siano i gusti in fatto di libri, l’importante è avere la buona abitudine di leggere, insegnarla ai bambini perché diventino lettori fin da piccoli e per chi non può permettersi di comprare tanti libri, le biblioteche sono un patrimonio a disposizione gratuitamente di tutti.
Ornella Olfi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email