Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Politica sì, Politica no

Forse non ci fu mai un periodo in cui si parlò cosi tanto di politica come ora. Si parla di voti, scandali vari dei parlamentari, giustizia usata come parola al vento. 

Ma i cittadini in tutte queste lamentele inutili che fanno? Diamo sempre la colpa ai politici (e ce l’hanno, hai voglia se ce l’hanno) ma le persone… NOI? Ci si lamenta tutti i giorni o quasi del nostro governo ma quando c’è la votazione si corre a votare… sbagliatissimo. 

 

A mio parere per dare una scossa alla ribellione dobbiamo fare capire che siamo stufi del governo e della politica in sè perchè purtroppo sono sbagliate, sebbene qualcuno tende ancora a difenderle. Allora chiedo a quel qualcuno: da quando c’è governo, quante ingiustizie sono state perpetrate? Quante persone sono morte per questa fatidica politica? 

Quanto stiamo meglio noi come popolo?

I governi stessi del passato ce lo dimostrano, se vogliamo tornare indietro ai tempi di Cesare, ai tempi dei vari Re e Regine, cosa fecero? 

Schiavizzarono il popolo e si arricchirono con i pochi averi della gente che guarda caso all’epoca come oggi, si impoveriva sempre più. Dunque, nessuno si pone la domanda se effettivamente serva o no una forma di governo?? La domanda suona anarchica vero? Niente affatto! La forma di autogoverno è una forma di cui già si parla (specialmente al di fuori dell’europa) in cui si prevede che il popolo si autogestisca, autoregolamenti, autogoverni, nel rispetto di TUTTE le persone e non solo di quelle con i soldi. Un governo che è organizzato da noi per noi, che tenga presente i cicli naturali di ogni cosa e che non dia tutto in mano alle multinazionali per poi trovarci con l’acqua privatizzata (o se ti va bene con l’arsenico come alcune zone qui della bassa).

Se la crescita parte dall’alto non è crescita.Deve partire dal basso, ovvero da noi comuni cittadini (non ricchi) e senza farci sfruttare.

Dobbiamo poter mettere in parte noi i soldi per la futura pensione e non aspettare che i nostri figli paghino i contributi per poterla avere perchè questo circolo vizioso di schiavitù abbiamo visto poi alla fine cosa ha portato… Con i soldi che ci troviamo nelle trattenute in busta paga potremmo mettere via comodamente la nostra pensione. Ovviamente è fortunato colui che riesce a riaverli tutti dopo una vita di lavoro, dato che se lo sono mangiati i ricchi epuloni dei governanti.

Il potere non è potere se è gestito per gli interessi di pochi e il disagio o la fine stessa di altri. Quante persone sono senza cibo mentre voi vi mettete a tavola e vi permettete magari di sprecarlo o gettarlo?

Noi abbiamo il troppo e questo sebbene inconsapevolmente ci rende ladri perchè chi ha di più di ciò che serve è un ladro – lo disse Gandhi. Vi rimando a una lettura molto interessante: IL BENE COMUNE DELLA TERRA – VANDANA SHIVA in cui spiega che l’unica politica a cui dobbiamo aderire è quella della decrescita felice, liberarci degli inutili materialismi imposti dalla società, liberarci dal lavoro inteso come il rincorrere una busta paga che è sempre troppo scarsa, rinnovare il nostro modo di vivere rivedendo le priorità. Ma forse….la gente è troppo menefreghista, piuttosto che lottare si rassegna ad occupare il suo posticino nel mondo e lascia il lavoro tosto ad altri, sebbene questi altri non fanno che il loro di interesse. Ecco perchè sarebbe un bellissimo atto quello di non votare, perchè significa non che ti va bene come va, ma perchè ti rifiuti categoricamente di sostenere la politica che sia di destra o di sinistra ruba dalla nostre tasche.Voi votereste un ladro? Beh, io no e mi sono prefissata che non andrò mai più a votare. Peccato che è da tutta la vita che si votano i ladri e la gente puntualmente va ai seggi.

Come si può pensare che votando quella gentaglia (ricca peraltro) pensiamo facciano il nostro bene? Ma quando mai un ricco si è preoccupato di un povero (a parte rari casi), dunque come pensare che gente miliardaria che RUBA 20.000 € e passa al mese a noi contribuenti (già la parola contribuenti in questo caso fa rabbrividire, perchè è come se volessimo rovinarci da soli, il contributo di solito è volontario in questo caso è obbligato) possa agire per noi? Persone che pensano alle leggi bavaglio e alla polizia stile gestapo (vedi trattato del MES) pensiamo possa farci del bene?

Chi lo crede è un illuso. Voglio far notare che sono proprio persone così che stanno rovinando il mondo intero. Le scelte che fanno sull’inquinamento dell’ambiente sono orrende, le scelte in campo dei diritti idem, e ne stiamo ancora parlando? Poi se la prendono con gli evasori e i primi sono loro. Io non do tutta questa colpa a chi evade… Io lavoro e invece di spendere per me i soldi guadagnati con sacrificio, devo darli a quella gente lì? Per come è gestita la cosa credo che le tasse siano completamente inutili in questo periodo storico. Io credo che voterò solo e sempre Gesù Cristo perchè è l’unico che mi rappresenta.

Laura

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email