Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

“Perché leggerli” “IL MARCHIO DEL DIAVOLO” di Gleen Cooper

Glenn Cooper è uno straordinario caso di self-made man. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Archeologia ad Harvard, ha scelto di conseguire un dottorato in Medicina. Oggi è presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma, a dimostrazione della sua versatilità, è anche sceneggiatore e produttore cinematografico. Grazie al clamoroso successo della Biblioteca dei Morti e del Libro delle Anime, si è subito imposto anche come autore di bestseller.

La storia è ambientata in epoche diverse: nella Roma del 1139, nella Roma di oggi e nel 1584 a Cambridge, nell’Inghilterra di Elisabetta I, con continui flashback da un’epoca all’altra. Narra di misteriose profezie tramandate nel tempo, di simboli esoterici, di un libro maledetto; della continua lotta del male contro il bene nella città simbolo della cristianità: Roma, sede del Vaticano. Roma, anno 1139, Il vescovo Malachia, ospite nel Palazzo Apostolico Lateranense, sta scrutando la volta celeste, secondo le informazioni dei suoi predecessori, ci sarà un’eclissi lunare e nel dissolversi dell’oscurità apparirà un certo numero di stelle che indicheranno quanti papi  regneranno in Vaticano prima che un evento determini la caduta della Chiesa e la rinascita di un nuovo mondo: quello dominato dai lemuri il cui unico credo é l’astrologia e l’unico obiettivo la ricchezza, il potere ed il dominio.

Cambridge, anno 1584 l’Inghilterra è attraversata dalle lotte religiose dei cristiani (papisti) contro i protestanti. Cristopher Marlowe, talentuoso autore di testi teatrali è un “prescelto”: deve lasciare un messaggio in codice per i posteri suoi simili. Quale posto può essere più adatto se non uno dei suoi libri? Lascerà l’arcano nel “Faust”, la sua opera più famosa dove celebra il male che prevale sul bene, rendendo quindi, tacitamente, omaggio alla sua discendenza. “Solo quando sarà giunto il momento avverrà lo battaglia finale”. Roma, anno 2000, Elisabetta Celestino è una giovane archeologa che senza motivo, né preavviso,  viene rimossa dall’incarico degli scavi di cui si sta occupando per conto del Vaticano. Durante una passeggiata con il fidanzato Marco subisce una misteriosa aggressione nella quale lui resta ucciso e lei, colpita con un coltello a pochi centimetri dal cuore, si salva solo perché alcuni passanti riescono a mettere in fuga il sicario che non riesce a finirla. In quegli attimi terribili resta inorridita da un particolare che nota in lui e che resterà impresso indelebilmente nella sua mente.

Roma 2011, sono passati alcuni anni, Elisabetta ha avuto modo di riflettere a lungo sull’accaduto, si è sentita miracolata e ciò l’ha portata a prendere i voti. Attualmente è serena ed insegna in una scuola insieme alle sue consorelle. Il prof. De Stefano, esimio archeologo, accreditato presso la Santa Sede, va a trovarla e la informa che un lieve terremoto ha aperto una breccia in un muro delle catacombe di San Callisto portando alla luce delle tombe. Lei è stata scelta dal Vaticano per studiare quei ritrovamenti. Recatasi sul luogo ciò che si presenta ai suoi occhi è sconcertante: strani, conturbanti simboli sono tracciati sul muro e diversi scheletri presentano una singolare deformazione. Prepotente le ritorna alla mente quel particolare inquietante del suo aggressore. Gli studi del sito le fanno presagire di essere sulle tracce di un segreto sconvolgente; un segreto che qualcuno ha interesse rimanga tale. Il papa è appena morto, a breve inizierà il Conclave, sta forse per compiersi quell’antichissima profezia? In questa lotta riuscirà il male a sconfiggere il bene e dominare l’umanità? Come potete immaginare sarà Suor Elisabetta a cimentarsi nelle pericolose indagini che porteranno alla soluzione dell’enigma tramandato nel tempo. Le saranno di  valido aiuto il padre, professore matematico, la sorella Michela, che essendo medico l’aiuterà nelle ricerche su quel particolare anatomico ed anche il fratello Zazo che, prestando servizio nella guardia svizzera, conosce bene l’ambiente vaticano.

La vasta cultura dell’autore fanno di questo libro un thriller  storico avvincente, dove si susseguono misteriosi e drammatici avvenimenti che affascinano e coinvolgono il lettore con una trama fitta, circostanziata e con significative descrizioni storiche.  

Angela Gaboardi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email