Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Per la signorina Carla Gavazzi “La gratitudine è la memoria del cuore”

Molte sono le persone che hanno un debito di gratitudine nei confronti della signorina Carla Gavazzi, io sono una di queste e non me lo sono mai scordato, anche quando lei viveva in un mondo solo suo, a causa della malattia, e forse non mi riconosceva più. È sempre vissuta in modo semplice e umile, per poter fare del bene in tutto il mondo, con particolare sensibilità per i bambini e gli ammalati. Una vita dedicata alla scuola, stimata professoressa per molti anni alle scuole medie, allo zio Senatore Mario Pedini in qualità di segretaria tutto fare, alla beneficenza e, proprio per questi molteplici e amorevoli impegni, poco alle sue passioni personali. Si può così riassumere il nobile scopo che ha fatto per lei da filo conduttore: grande fede, grande amore per il prossimo sofferente e bisognoso. Ci siamo ritrovate dopo molti anni dal termine della scuola e ci ha legate un grande affetto.  Lei che mi ha sostenuto, incoraggiato e fortemente appoggiato nella realizzazione  del mio sogno di diventare poetessa, sentendosi in colpa per non avermi aiutato quando ero sua scolara. Io, riscoprendo una donna diversa da come l’avevo conosciuta da ragazza, l’ho apprezzata con grande ammirazione e commozione, trascorrendo con lei ore intense, piacevoli e istruttive. Un grazie enorme quindi da parte mia alla signorina Gavazzi anche a nome di tutti coloro che lei ha amato e aiutato.
La sua scolara Ornella Olfi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email