Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

OLTRE IL CONFINE

Scampoli dell’infinito

slegati disgiunti

laddove un solitario 

palpito

scava nei verdi miei occhi 

Pindarico è il volo

che lambisce i miei passi

con colori ormai 

vani di rime

Intenso è il profumo 

che assorbo respirando 

a labbra strette

sull’ultimo raggio di luce

al calar della sera

mentre il cielo 

violato dal ricordo

mescola le nubi 

con lacrime di vento

Non turbate 

il silenzio invano 

or intravedo ombre 

al fianco mio

in un riverbero lontano

e una luce fioca 

sfiorarmi l’anima 

e con gl’occhi del cuore

oltre il confine dell’invisibile come voce d’un sogno. 

Tu..

Rosa leone da Gottolengo (Bs)

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email