Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

“NONNO CECCO”

Memoria annaspa
riporta ricordi
lacrime amare
dolore immenso
per la morte di nonno Francesco
da tutti chiamato “Cecco”.

Uomo dall’animo generoso
sorriso aperto
lesto ammiccare
incedere voglioso
percorreva tratti di vita
risaliva scoscese rive
a noi piccoli donava gioia
incanto ed allegria.

Capo chino
nelle mattine di bufera urlante
di nebbia gialla
che si stropicciava
contro vetri di vecchie finestre
sguardo fisso
entro zuppa fumate
ricca di latte appena munto
pane a pezzi
ed uova crude.
Sbalordita ed ammirata
rimanevo a fissarlo
incantata per tanta fantasia
il suo narrare
epoche remote
si faceva tutt’uno
col presente.
Morte crudele:
auto in fuga
avvolto da lanugine sottile
ha salutato la vita
in un soffio ha solcato la soglia dell’eterno.
Milena, la mamma di Vittoria e di Celeste

Condividi