Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

NON SMETTERE MAI DI SOGNARE

Buongiorno Direttore, è stato emozionante rileggere il mio racconto “Viola” sul vostro giornale. Di seguito le invio un altro racconto, anzi più che un racconto lo definirei semplicemente una riflessione…. “E pensare che a 13 anni sognavo di fare l’avvocato… mi immaginavo nel mio studio privato, davanti ad una bella scrivania, con dei grandi scaffali pieni di libri. Solo qualche anno dopo ho sfogliato per la prima volta un libro di diritto e mi sono resa conto che quella che avevo in mente non sarebbe stata la strada giusta per me (con tutto il rispetto per i libri di diritto.. e per gli avvocati!), quindi ho deciso che sarei diventata commercialista… gli scaffali pieni di libri erano ancora presenti nei miei sogni insieme alla bella scrivania, questa volta piena di fogli su cui fare i conti, e tutti quei libri di diritto erano spariti, che sollievo!! In effetti la mia scelta non si è rivelata poi così sbagliata…mi sono iscritta ad economia e gli unici esami in cui ho preso 18 sono stati proprio quelli di diritto!! Conseguita la laurea (triennale), fra studio e lavoretti vari, ho realizzato che fare la commercialista era un traguardo abbastanza lungo e difficile da raggiungere: avrei dovuto proseguire gli studi per altri due anni e alla fine della teoria c’era la pratica… ovvero il praticantato…. così per vari motivi (soprattutto economici…) ho deciso di iniziare a cercare seriamente un lavoro e dopo tre anni di contratti a tempo determinato, di collaborazioni a progetto e di contratti “a chiamata”… ho finalmente ottenuto la tanto aspirata assunzione a tempo indeterminato! Ebbene si, ora ho un lavoro “fisso” … per cui in realtà avrei anche potuto non proseguire dopo la maturità (in altre parole non è richiesta la laurea!).., eppure in relazione alla situazione attuale (e qui si potrebbe aprire una parentesi lunghissima…!) sono consapevole di essere stata fortunata e soprattutto sono anche convinta che se potessi tornare indietro rifarei nuovamente le stesse scelte ma soprattutto non smetterei mai di sognare…. Ancora oggi, qualche volta, quando chiudo gli occhi per un secondo immagino ancora la stessa scrivania e gli stessi scaffali…credo che sognare aiuti a trovare la forza e il coraggio per andare avanti, soprattutto nei momenti più difficili. E’ vero che la vita non è mai come l’abbiamo sognata e che troppe volte il traguardo ci sembra lontanissimo ed è certo che bisogna sempre ricordarsi di tornare poi con i piedi per terra e accettare anche qualche sconfitta… “C’est la vie” ma…senza mai dimenticarsi di sognare… almeno un po’! “ Barbara

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email