Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

MORIRE DA SOLI

A Caravaggio : “Trovato morto in casa. La sua cagnolina lo veglia e si lascia morire. E’ morto… il suo nome Giovanni, senza che nessuno, per giorni, se ne accorgesse. La Sua Cagnolina si è lasciata morire, accanto a Lui, con il muso appoggiato sulle zampe anteriori, come se lo stesse vegliando. Nella società di oggi, dove è facile la – CONOSCENZA VIRTUALE – di tutto e di tutti, è anche sempre più facile MORIRE SOLI!! Vorrei parlarvi di come era la vita trent’anni fa … quarant’anni fa … ma anche solo venti anni fa … sicuramente mi assalireste con frasi senza senso che anch’io dicevo ai miei genitori quando, attonito, mi raccontavano della loro vita. Tralascio perciò questi racconti inutili, per la maggior parte di voi … barbosi e da MATUSA come si diceva allora!! Penso però che, a quei tempi, NESSUNO “MORIVA SOLO”!! Personalmente, ho conosciuto chi è morto “SOLO”. Morire soli, non vuole dire necessariamente “SENZA NESSUNO”. Morire solo vuole dire anche andarsene da questo mondo senza aver salutato una persona “CARA”, una persona che “NON C’ERA” e che non la puoi ancora trovare dove stai andando! Morire “SOLO” vuol anche dire andarsene con il rimpianto di aver lasciato qualcosa in sospeso; è come trascorrere ore interminabili in coda e trovare la cassa chiusa perché “l’ultimo” era davanti a te, ma nessuno te l’ha detto!! Sfortuna volle, che quel cassiere ha poi dovuto chiedere … a quella persona dopo l’ultimo!!“ La domanda che mi sono posto, dopo aver letto l’articolo, è stata : un’animale può amare più di un Cristiano?? Se la risposta è no, chi ha lasciato morire “Giovanni” di Caravaggio SOLO è da considerare una bestia! Se la risposta è si, bisogna pensare seriamente alla REINCARNAZIONE…. !!! “Chi era la cagnolina di Giovanni?” Fate i vostri commenti … Saluti, Mario Genini email mariogena@gmail.com

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email