Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

MIGLIORI ANCHE SENZA LA 42

Ciao a tutti. Nelle righe che scriverò voglio rivolgermi in modo particolare alle ragazze perché so che sono le più colpite da un grave problema: quello di tipo alimentare. Purtroppo sono in grado di parlare per esperienza personale, dato che ho sofferto per quasi due anni di bulimia. Non ho mai avuto il coraggio di parlarne con gli altri, soffrivo già abbastanza e non mi andava di dare preoccupazioni a genitori ed amici. Solo le mie due amiche più care hanno capito che qualcosa non andava e ne abbiamo parlato. Durante quel periodo mi sembrava di essere caduta in un baratro insuperabile, ma sono stata brava a far finta di nulla ed in mezzo agli altri ero fantasticamente allegra. Poi ho deciso di parlare con un ragazzo che a me ci tiene davvero, mi ha fatto mille discorsi, mi ha consigliato di andare dal medico ma io non lo ascoltavo. Gli ho chiesto di starmi vicino e lo ha fatto. Mi hanno aiutato anche le mie amiche, ho raccolto tutta la mia forza di volontà e ne sono uscita. E’ stata lunga e difficile… La difficoltà stava soprattutto nel convincermi che andavo bene anche così, con qualche chilo in più. Molti sottovalutano malattie come la bulimia e l’anoressia, non se ne parla abbastanza da far capire che possono portare anche alla morte. Non si può dire “posso smettere quando voglio” perché non è vero, poiché il cibo diventa quasi come una droga. Non prendete come modello da imitare tutte le belle ragazze della tv o dei giornali; ognuno di noi ha tantissimi lati positivi anche se non porta la 42. Fatelo per tutti quelli che vi vogliono bene, ma soprattutto per voi stesse!!! Credetemi: la felicità, quella vera, è molto, molto più importante. Paola da Parma

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email