Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

“MA CHE FILM LA VITA” di Antonello Venditti

Musica e testo che sa di poesia vera. Aggrappati alle note di questa melodia, in una sera meno luminosa delle altre, per respirare. Qui, a denti stretti, per cercare la ragione senza averne una vera tra le mani. Qui, sempre con noi stessi… e nessun altro… “E’ proprio allora che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita.” A voi, amici miei. La base musicale è d’obbligo. Mi chiamo Antonio e faccio il cantautore, e mio padre e mia madre mi volevano dottore, ho sfidato il destino per la prima canzone, ho lasciato gli amici, ho perduto l’amore. E quando penso che sia finita, è proprio allora che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita. Mi chiamo Laura e sono laureata, dopo mille concorsi faccio l’impiegata, e mio padre e mia madre, una sola pensione, fanno crescere Luca, il mio unico amore. A volte penso che sia finita, ma è proprio allora che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita. Che fantastica storia è la vita. E quando pensi che sia finita, è proprio allora che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita. Mi chiamano Gesù e faccio il pescatore, e del mare e del pesce sento ancora l’odore, di mio Padre e mia Madre, su questa Croce, nelle notti d’estate, sento ancora la voce. E quando penso che sia finita, è proprio allora che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita. Che fantastica storia è la vita. Mi chiamo Aicha°, come una canzone, sono la quarta di tremila persone, su questo scoglio di buona speranza, scelgo la vita, l’unica salva. E quando penso che sia finita, è proprio adesso che comincia la salita. Che fantastica storia è la vita. Che fantastica storia è la vita. Opera d’arte di Antonello Venditti. A lui va il mio grazie. MaLo

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email