Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

LACER /AZIONI: NOVE UNDICI, NEW YORK 2001

“The Huffington Post” – la testata di news più cliccata del mondo (ha superato fino il “New York Times”) – pubblica un approfondito articolo sul mio artwork “Nine Eleven, New York 2001”, dedicato al ricordo dei quasi 3.000 caduti nell’attacco terroristico dell’11 settembre 2001. L’articolo è scritto dal Dr. Srini Pillay, uno dei più noti ed autorevoli psichiatri americani, docente clinico ad Harvard, ricercatore, executive couch, speaker motivazionale, autore di best sellers sul rapporto tra cervello e comportamento umano e appunto columnist del celebre “Huffpo”. NOVE UNDICI, NEW YORK 2001 Nel 10 ° anniversario della strage del WTC di New York, ho dedicato uno dei miei “lacer/azioni” opere d’arte alla memoria dei 3000 caduti durante l’attacco terroristico. Ho fatto una tela e una sciarpa di seta. Un’immagine da ricordare. E ‘dedicato agli Undici Nove caduti (11 settembre 2001) nel massacro delle Torri Gemelle, la nuova opera d’arte che ho creato per il mio progetto “Lacer / azioni”. Il 10 ° anniversario di una delle tragedie più terribili della storia moderna – 2974 i morti registrati ufficialmente – è riletta in una speciale immagine che ho preso, come al solito, direttamente dai manifesti strappati e scomposto sui cartelloni pubblicitari. L’immagine scelta per ricordare i caduti di Nine Eleven è stato “catturato” su un tabellone a Milano, in Via Vico, durante la scorsa primavera. Essa mostra colori, forme e linee che richiamano, in un’atmosfera vorticosa e apocalittico, quel tragico giorno. Dopo gli attacchi terroristici, le Torri Gemelle del World Trade Center di New York è sceso a terra, sollevando morte, distruzione e rabbia. Il quadro è realistico, non manipolate digitalmente, assolutamente casuale, come gli altri 30.000 immagini che ho raccolto durante la mia ricerca sulla “strappato (pubblicazione) della città”. In questa immagine vedo, o immagino di vedere: rosso sangue e gli incendi, sentieri di morte e di dolore, fumo e cemento detriti, acciaio e cemento … Una scena in cui la vita sembra essere sconfitto, ma dove la disperazione della vita diventa desiderio di fare memoria dei morti, in modo che più sangue non sarà versato. Quando l’ho visto, ho immediatamente e istintivamente pensato a Nine Eleven situazione. Mi piace, in questa immagine, il perfetto equilibrio da parte superiore (quello rosso) e la parte inferiore (quello grigio) e il movimento ascendente (o discendente) forme. La terra grida la sua rabbia al cielo, e le risposte cielo con le sue lacrime di sangue … L’immagine è riprodotta su tela e ha una dimensione di cm. 47 × 70. La stessa immagine è stata riprodotta su tessuto di seta, avvolto come una sciarpa, grazie a Bruno Boggia, 83 anni il celebre designer tessile – vive a Como – che ha stabilito collaborazioni con stilisti di moda internazionali. E ‘stato striked dalla combinazione dei colori di questo quadro. Intitolata “NineEleven / New York 2001”, questa illustrazione è parte di una serie – “Vittime e martiri / Le tracce di sangue” – dedicata alla memoria di coloro che perirono durante le pagine più buio e doloroso della storia umana. Tela e sciarpa saranno in mostra a Londra, il prossimo ottobre (dal 14 al 16) durante il “Parallax Art Fair”, in programma presso “La Galleria” (Royal Opera Arcade, Pall Mall). Ho avuto l’onore di essere selezionati dal curatore della manifestazione, Chris Barlow. La mostra si svolgerà a Londra nei giorni di Frieze Art. La tela pittorica è stata realizzata con la preziosa collaborazione di Marina a Puntolinea (stampa, grafica e servizio digitale) a Gorle, in Italia. ROBERTO Alborghetti

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email