Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

LA NOTTE

Mi copre la testa
ed anche se leggera ed impalpabile,
mi infastidisce più di un piumone d’estate.
Qualcuno cammina sul tetto
della nostra casetta,
i mobili scricchiolano
come le ossa dei vecchi,
gli unici specchi
in cui vedo riflessi,
son quelli dell’anima
che parlan con me.
Non riesco a dormire
se mi stai ad interrogare
Adesso ti prego,
lasciami stare,
in braccio a Morfeo mi vorrei cullare,
Domattina, te lo prometto
sarò io, che ti vengo a cercare.


Giordano

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email