Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

LA MASCHERA

Avevo 24 o 25 anni, un fisico asciutto, perfetto ed alle Cupole di Manerbio (balera che frequentavo abitualmente) davano un ballo mascherato.
Mi presentai vestito e truccato da donna, credetemi, ero uno schianto, ma sbagliai il giorno, era il sabato successivo, ero l’unico in maschera.
Quel che è accaduto lo spiego in seguito…

Quand’ero giovinetto (24-25 anni), avevo un fisichino niente male, un vitino da vespa, un viso bello ovale.

Eravam più o meno sotto carnevale e la balera che abitualmente frequentavo dava un ballo in maschera, ho pensato: voglio partecipare!
E così un sabato sera mi preparai a puntino: mi vesto da modella. Una parrucca mora, tacchi a spillo, due ore di trucco da parte di mia sorella mi avevan reso proprio bella.

Ma quando sono arrivato alla balera mi sono reso conto che avevo sbagliato il giorno, era il sabato successivo il ballo mascherato, io ero l’unico ad esser “travestito”. Chiesi al botteghino: “posso entrare lo stesso così vestito?”
“Per la miseria, ma sei tu Giordano? Vaccocane, ma sei uno schianto, sai che se non parlavi non ti avrei riconosciuto? Entra pure, farai girar la testa a qualche attempato signore”.
Aveva ragione, tre cavalieri mi invitarono a ballare, ma quando dicevo che mi chiamavo Giordana (la mia vocina non è proprio da donna) mi guardavano stralunati, facevano una gran risata e mi riaccompagnavano al posto. Un signore alto elegantissimo, distinto con i capelli all’indietro (alla leccati da un cane), mi invitò a ballare un lento, all’improvviso con fare distratto, abbassò una mano e me la mise sul “pacco” (o perbacco), e poi pian pianino incominciò a toccarmi il sederino.
“Senti un po’ chicchessia, mi fai il favore di togliermi la mano dal culo?”
Il bellimbusto insisteva e forte mi stringeva;
“Ohilà, finché si scherza è un conto, ma adesso o allenti la presa o giuro ti stendo”.
A quelle mie “dolci” parole mi lasciò andare ed al mio posto tornai a sedere. Quel fatto accaduto mi fece pensare, quel tipo arrogante aveva gusti un po’ strani, ma se fossi stata realmente una donna, come avrei reagito a quelle avances che mi avevano schifato? Non avendo forza alla pari; intelligenza ed arguzia avrei dovuto usare per scrollarmi di dosso quel gran maiale. Lui si che indossava una maschera, sto porco magistrale.

Ho sempre avuto un grande rispetto per il gentil sesso, ma da quel giorno in me è cresciuto a più non posso, per una volta ho provato ad esser donna portando la gonna, ma la loro pazienza, acume, intelligenza, sono qualità troppo alte, non sono in mio possesso.


Giordano

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email