Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

LA BIBLIOTECA DI DIO

ISAAC BASHEVIS SINGER nato in Polonia nel 1904 e morto negli USA nel 1991si chiedeva:
“C’è un motivo sul quale l’umanità non si stanca mai di interrogarsi: ci sarà un senso al nostro dolore?”.

Su una pietra del cosiddetto caravanserraglio del BUON SAMARITANO posto sulla strada da Gerusalemme a Gerico, un pellegrino medievale ha inciso in latino questa frase:

“SE PERSINO I SACERDOTI E I LEVITI PASSANO OLTRE LA TUA ANGOSCIA,

SAPPI CHE IL CRISTO É IL BUON SAMARITANO

CHE AVRÀ SEMPRE COMPASSIONE DI TE

E NELL’ORA DELLA TUA MORTE TI PORTERÀ ALLA LOCANDA ETERNA.”

LA BIBLIOTECA DI DIO
Dio non registra le vittorie militari, i successi, i trionfi (a questo ci pensano già gli uomini), Esso raccoglie, invece, lo sterminato bagaglio del dolore umano per inserirlo in un libro compiuto e con una sua trama. Quel volume è il libro della vita e della salvezza. Credo che in qualche punto dell’universo debba esserci un archivio in cui sono conservate tutte le sofferenze e gli atti di sacrificio dell’uomo. Non esisterebbe giustizia divina se la storia di un misero non ornasse in eterno l’infinita biblioteca di Dio.
una nonna

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email