Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

Il sacco in piu’ sulle spalle delle donne (3^parte)

Undicesima margheritina.
Vediamo le donne nel Vangelo,che fanno sempre una bellissima figura mentre gli uomini una figura magrissima.
E molti messaggi bellissimi sono affidate alle donne, molte donne seguivano Gesù, perché le donne sono più intelligenti degli uomini. Intelligenti nel senso del significato, la parola intelligente deriva dal latino “Intus” che vuol  dire in profondità. Le donne vanno subito in profondità, anche nel mio lavoro le donne ci arrivano subito a capire le cose, gli uomini sono alla berlina a capire le cose. Le donne più intelligenti, cioè più intuitive avevano capito la novità che Gesù Cristo stava portando. Gli uomini l’hanno capito solo dopo la Resurrezione. E sotto la Croce sono rimaste le donne, gli uomini sono spariti tutti. E piangere dietro a una croce a quei tempi non era molto salutare. Dopo la Resurrezione Gesù appare per primo alle donne, qualcuno malignamente dice: “che la notizia si spargeva prima”. Molte pagine bellissime, e molti messaggi belli di Gesù alle donne.

•Prima pagina.
La pagina dell’adultera.
Portano a Gesù questa adultera, fanno una domanda paradossale, trabocchetto. Qualunque cosa avesse risposto alla domanda: “dobbiamo lapidarla o no” si sarebbe fregato con le sue mani. Se avesse risposto: “si, lapidatela” avrebbero detto: “a eccolo qui quello che parla tanto di amore, poi dice di lapidarla”, se avesse risposto di no, l’avrebbero subito condannato con la legge di Mosè. Gesù non risponde ne sì ne no, perché è bravo ad andare oltre i paradossi e i trabocchetti. Si china a scrivere per terra, cosa abbia scritto nessuno saprà mai. Ma noi ci chiediamo: “Com’è che non ha aperto bocca, e la gente se ne va via?” Perché ci sono dei silenzi che urlano più delle parole. Con quel silenzio Gesù ha urlato. Voi mi chiedete di fare da giudice a questa donna? Va bene, accetto l’incarico ma è ovvio che appena ho finito con lei comincio con voi. Se devo fare da giudice, non faccio differenza. Ecco perché se ne sono andati. Gesù  conclude nessuno ti ha condannato, neppure io ti condannerò…..
continua-4
Tratto dal Libro di Belotti
con commento di Gianluca Boffetti
Belotti

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email