Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

IL CAMBIAMENTO

C’è qualcosa di particolarmente doloroso nella percezione del cambiamento.

Tanto tempo fa, nella mia lontana infanzia ci sentivamo come giovani alberi circondati dai massicci tronchi robusti di due o tre generazioni intorno a noi. Ci proteggevano, di creavano senso di sicurezza, di conforto, che ci permetteva di crescere spensierati. Intorno a noi c’era calma e serenità, anche se fuori si scatenava la tempesta.
Piano, piano i maestosi fusti si sono diradati, sentivamo le gelide fruste di pioggia, gli impeti soffi di vento. Ma crescendo ci eravamo irrobustiti e abbiamo resistito. E all’improvviso ci siamo resi conto, che da protetti ci siamo trasformati in protettori.

Dentro, dove fino a ieri eravamo noi, erano apparsi i sottili fusti di alberi nuovi. Adesso toccava a loro crescere spensierati, a noi di custodire la loro infanzia.

Quello, che una volta sembrava eternità si è trasformato in un cosa passeggera e i posti sono cambiati. Logico, inevitabile, naturale, ma arrivato così in fretta, in modo impercepibile, quasi crudele.

Darina Naumova

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email