Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

FESTA DEL PAPA’

Oggi, anche la festa del papà è annoverata tra giornate particolari per le famiglie. Dagli anni 30 ai nostri tempi sono trascorsi molti anni con il susseguirsi di varie generazioni.
Il papà degli anni passati era l’immagine a cui si doveva sottostare facendo la “sua volontà” ubbidendo ai suoi principi perché lui era il capo famiglia. Giunse il FASCISMO portando la DITTATURA, per la famiglia fu: CREDERE, OBBEDIRE, COMBATTERE, ugualmente nelle scuole, su qualsiasi lavoro e con tutte le attività. Gli italiani subirono: SANZIONI, AUTARCHIA, GUERRE e lo sterminio fu l’asse ROMA-BERLINO. I nazisti volevano sterminare gli Ebrei, ma lo fecero anche con noi. L’alleanza con gli americani ci fece gradualmente riprendere. Il tenore di vita migliorò in tutti i campi. Si giunse ad un momento di “SPENSIERATEZZA”. Sorsero tante nuove attività e scoprimmo che eravamo la patria dei cantanti, che continua ancora… Le nuove generazioni formarono famiglie, molto diverse perché la donna lavorava facendo anche la madre e la casalinga. Così l’uomo capì che non esisteva più il DITTATORE ma il COLLABORATORE DI FAMIGLIA. Imparò l’uso degli elettrodomestici, la preparazione del biberon e tutte quelle belle mansioni che i loro padri non avevano conosciuto. Nei giovani papà, era assopito “IL SOGNO NEL CASSETTO”, continuavano a guardare negli EMPORI (ripensando ai vecchi tempi) la pista con le macchinine, il meccano e lo splendido trenino elettrico (ancora più sofisticato). Quando potettero finalmente acquistare i giochi sognati, la sorpresa non fu eccessivamente gradita ai figli e alle mogli che si videro il loro salotto, ingombrato da tutti questi oggetti. I nuovi papà, anche se delusi del poco entusiasmo “familiare” per loro il sogno si era avverato con una vittoria sul passato. Un evviva a tutti i papà che sono riusciti dopo molti anni a ritornare bambini soddisfatti con una strategia nella quale non speravano dicendo: “L’abbiamo fatto per i nostri figli!”.
Auguri a tutti i papà, menzionati nel mio scritto. Un bacione da una vecchia…
Nonna Grazia

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email