Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

EDUCAZIONE “MODERNA”

Sono mamma, perciò, anche se ora i miei figli sono grandi, ho vissuto in prima persona le varie fasi della loro crescita, fasi sempre più impegnative man mano che passavano gli anni. E’ una grande sfida l’educazione a 360° che ogni genitore si trova ad affrontare quotidianamente! Ogni generazione precedente ha usato metodi che a posteriori sembrano troppo severi, perciò si tende a migliorarli, pur mantenendo i princìpi di base. Ma da un po’ di tempo, sempre di più e in ogni ambiente, si vedono  famiglie con bambini piccoli incontrollabili, capricciosi, prepotenti… 

La colpa non è certamente loro, ma di genitori permissivi oltre il buon senso, pronti ad accontentare ogni richiesta dei figli, disposti a spendere più delle loro possibilità pur di non lasciarli piangere o pur di non mostrarsi inferiori nei confronti dei compagni di scuola. Cercare di fare felici i figli è giusto e ogni genitore lo vorrebbe, ciò non toglie che quando è materialmente impossibile o comunque  eticamente sbagliato, meglio qualche lacrima dei figli adesso piuttosto che pianti amari poi dei genitori!  Noi mamme della mia età andavamo a fare la spesa coi figli senza particolari difficoltà, sbrigavamo le faccende di casa con loro vicino: le regole erano ben precise, pertanto i bambini sapevano che al supermercato erano inutili le lacrime e i capricci, perchè il “contentino” si poteva avere solo una tantum; sapevano che era permesso buttare in giro i  giochi nella loro stanza ma che il resto della casa non si metteva in disordine, sapevano che a tavola si stava seduti finchè non si finiva il pasto e si chiedeva il permesso di alzarsi, sapevano che in casa d’altri non si scorrazzava nè si toccava ogni cosa… 

Erano regole che si insegnavano loro da piccoli e non impedivano la libertà, impedivano semplicemente di ritrovarsi con figli maleducati e capricciosi come purtroppo lo sono moltissimi al giorno d’oggi! Mi è capitato per esempio al ristorante di avere al tavolo a fianco due coppie con un bimbo ciascuna: a tavola sono stati seduti pochissimo e poi…. a correre di qua e di là con i camerieri che facevano lo slalom per evitarli, i genitori a turno a rincorrerli e chiamarli, richiami che questi ignoravano alla grande. Se ne sono andati dal ristorante con i piatti mezzi pieni di cibo diventato freddo mentre seguivano le piccole pesti…

Avrò idee superate, ma sono convinta che un’educazione di questo genere creerà adolescenti e poi giovani talmente abituati ad avere tutto, che diventeranno sempre più esigenti, sempre più insoddisfatti, sempre alla ricerca di qualcosa di effimero che alla fine li lascerà soltanto delusi, arrabbiati col mondo intero….con quali conseguenze??

Ornella olfi

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email