Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

DA DIPENDENTE DI GOOGLE A INSEGNANTE DI ITALIANO PIÙ SEGUITO SU INSTAGRAM

Intervista a Davide Delgrossi, creatore della pagina Italian With Davide

Con 206.000 follower su Instagram e 5.000 studenti iscritti ai corsi sul suo sito Internet,
Davide è il nuovo volto dell’educazione online made in Italy. Ex dipendente di Google, in
poco più di un anno è riuscito a trasformare la propria passione per l’insegnamento delle lingue
in un lavoro a tempo pieno, grazie alla pagina Italian With Davide che è sempre più in crescita.
Ma conosciamolo meglio.

  1. Ciao Davide! Presentati per noi.
    «Ciao! Mi chiamo Davide Delgrossi, ho 26 anni e vengo da Vimercate, in provincia di Monza. Sono
    un insegnante di italiano e creatore della pagina Instagram Italian With Davide, dove ormai da
    più di un anno condivido contenuti sulla lingua italiana.»
  2. Da dove è nata questa idea?
    «Durante il lockdown volevo far imparare l’italiano alla mia fidanzata finlandese. Cercando dei
    corsi online, ho scoperto che l’insegnante di italiano più seguito era una ragazza dell’Est Europa
    che in realtà non aveva né origini, né legami con l’Italia, infatti faceva spesso errori di pronuncia.
    Ho subito pensato di volermi mettere in gioco per trasmettere in modo più autentico la mia lingua
    e la mia cultura.»
  3. Quali contenuti pubblichi e quanto tempo ti occupa?
    «Pubblico molti video, soprattutto reel. Cerco di coprire tutti gli aspetti della lingua italiana, dalla
    grammatica al lessico, dalla pronuncia alla cultura. Ci dedico diverse ore ogni giorno, è un vero e
    proprio lavoro a tempo pieno.»
  4. Ti saresti mai aspettato che diventasse il tuo lavoro?
    «Insegnare le lingue straniere è sempre stato il mio sogno nel cassetto. Negli ultimi anni ho
    studiato all’estero e ho avuto la possibilità di conoscere persone provenienti da tutto il mondo che
    erano affascinate dall’Italia, alle quali facevo lezione di italiano nel tempo libero. Questo ambiente
    internazionale mi ha permesso di apprezzare la diversità e l’importanza delle proprie origini.»
  5. Non è stato rischioso lasciare il tuo lavoro da Google per inseguire un sogno?
    «Sicuramente è stato rischioso, ma credevo nella mia visione e in quello che stavo realizzando. La
    mia dedizione e passione mi hanno portato a raggiungere ottimi risultati. I social media hanno
    fatto il resto.»
  6. Ora ti consideri un influencer?
    «Sono soprattutto un content creator, ma mi piace pensare di poter influenzare le persone in
    modo positivo, coinvolgendole a imparare l’italiano.»
  7. Non pensi che i social media causino effetti negativi alle persone?
    «Sicuramente tanti giovani fanno abuso dei social media. Per quanto mi riguarda, il mio obiettivo
    è quello di educare e lo considero uno dei modi più utili per trarre il meglio da uno strumento che
    spesso viene usato nel modo sbagliato.»
  8. Pensi che l’educazione online sia davvero efficace?
    «La pandemia ci ha insegnato tante cose, tra cui la possibilità di studiare a distanza. L’educazione
    online è un modo per avvicinare persone e culture lontane. Per non parlare della comodità di poter
    studiare in qualsiasi momento, dovunque si voglia.»
  9. Da dove vengono i tuoi follower?
    «Sono soprattutto americani, inglesi e australiani. Tanti dei miei studenti hanno origini italiane,
    ma non hanno mai avuto la possibilità di imparare la lingua. Per loro, parlare italiano è un modo
    per riavvicinarsi alle proprie origini e sentirsi finalmente a casa.
    10.Per concludere, ci daresti tre consigli per avere successo su Instagram?
    «Postare con frequenza. Fare video brevi, ma che stimolino curiosità. Mantenere una buona
    relazione con i propri follower. Ciao!»

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email