Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

CRISTIANO D’ALESSANDRO

Per molti il nome riportato nel titolo non dirà nulla, ma non c’è da stupirsi, visto che le multinazionali che manipolando molte delle nostre idee, hanno pensato bene di non renderlo “molto famoso”.

Nel nostro vivere quotidiano siamo bombardati da continue informazioni ingannevoli e meschine che in qualche modo obnubilano i nostri pensieri a tal punto che spesso non riusciamo più a distinguere il vero dal falso o il bene dal male; esempi li troviamo ovunque, calciatori divenuti dei veri e propri idoli per i giovani, catastrofi umanitarie, come quella avvenuta recentemente in quel di Lampedusa, dove si è osservato nelle scuole un solo misero minuto di silenzio senza che i bambini ne sapessero realmente il perché; pubblicità ingannevoli che mostrano prodotti fantastici e assolutamente indispensabili non specificando che per ottenerli hanno distrutto interi ecosistemi o sfruttato giovani vite.

Un grande Uomo come Tiziano Terzani diceva che la malattia di cui oggi soffre gran parte dell’umanità è inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono più o meno tristi, sfruttati, depressi, ma non hanno un obbiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza. Ma oggi? Dov’è il centro del potere che immiserisce le nostre vite? 

Bisogna forse accettare che quel centro è DENTRO DI NOI e che solo una grande RIVOLUZIONE INTERIORE può cambiare le cose, visto che tutte le rivoluzioni fatte fuori non han cambiato granché.

Cristian D’alessandro, attivista di Greenpeace, ha sposato pienamente queste idee, tanto da mettere a repentaglio la propria vita per salvare ed onorare i suoi valori che non sono individuali, ma universali, condivisibili ed incondizionabili, quindi, cari genitori, fratelli, amici non permettete a nessuno di condizionare i vostri valori e la vostra libertà ma lottate affinché le generazioni future ricordino questi veri eroi, che han fatto della loro vita un bene comune.

Il mio intento è quello di creare una rete di persone (che in un futuro possa costituire un’associazione) che nella piena consapevolezza dell’altro unita ad una impronta ecologica possano essere di aiuto a sé stessi ed agli altri, fermando il dilagare dei “mi piace“ per dedicarsi a tendere VERAMENTE la mano tesa verso l’altro.

Per saperne di più potete contattarmi al numero: 339/3503251

oppure scrivere una mail all’indirizzo: sirobi2@libero.it

Un’azione fatta per sé stessi muore con sé stessi, una fatta per tutti è eterna. Grazie                                                                         

Roberto Ferrari

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email