Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

CONTADINO FORTUNATO

Ogni giorno assisto al meraviglioso susseguirsi dell’aurora all’alba; una luce policromatica piano piano invade l’orizzonte, fa filtrare i raggi attraverso i rami di alberi ignudi, sembrano giganteschi scheletri con le mani protese verso il sole in cerca di tepore. Un magnifico quadro diverso ogni giorno, firmato sempre dallo stesso artista. Come sono fortunato a svegliarmi alle quattro ogni mattina.
Me lo dicono sempre anche i miei parenti cittadini che ogni tanto alla domenica pomeriggio passano a trovarmi nella mia piccola fattoria; intanto che sono intento ad attaccare tettarelle nel tentativo di tirar giù un po’ di oro bianco, loro ciacolano del più e del meno: ieri sera sono andato al cinema, ma niente di che, la settimana scorsa sono andato a teatro, ma niente di che; poi mi dicono:< tu si che sei fortunato, abiti in campagna e respiri sempre aria pura>, ma in quel mentre la Teresina spara fuori metri cubi di gas serra, io arretro di qualche passo in cerca di ossigeno, ma la Guglielmina pensa bene di riscaldarmi il cuoio capelluto pisciandomi sulla testa. Se penso poi che per la fecondazione artificiale devo ficcargli un braccio su per la retta via… Come sono fortunato a vivere in campagna. Che culo fare il contadino.
Giordano

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email