Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

“Celentaneide, che forte!”

Sei sempre tu che appartieni
a quella esimia schiera di sbalorditivi incanti di un’epoca che imprime volteggi acuti
di una serenata musicata in atmosfera,
per fungere da sottofondo alla colonna sonora,
di una vita ricalcata di ritornelli amorosi,
capaci di far innamorare,
nell’intimità di baci che vivono di ossigeno
sulle labbra tinte di rossetto,
di amanti che colgono
l’istante stesso in cui nasce l’amore!
Probabilmente sarà per merito
delle tue strofe in rima,
che alimenti speranze nuove
in questo atipico viaggiare del Mondo,
nella più eloquente confusione d’oggi,
che non può però farsi mancare
le indovinate e innovative idee tue,
le quali, trascinano voglia illimitata di libertà!
Talmente il successo ti arride,
emani affascinante carisma, inciso nel tuo ruolo originale di primeggiare, come deve essere
un personaggio del tuo stampo…
và bè …ci hai convinto, mitico molleggiato,
sei sempre il numero uno!
Istrione fin dalle origini,
hai inventato un modo alto di pensare
e comunicare, spesso controcorrente…
tutto questo acume, è di tua competenza…
nientepopodimeno, signori, ecco a voi,
in esclusiva per gli estimatori di belle canzoni,
come le virtù di gioventù, l’Opera Celentaneide!
Auguri poeta dell’amore,
Adriano per non sentirsi lontano!
Mi raccomando, eh,
non farmi troppo concorrenza!
“ Ciao…ehi siete forti, ragazzi!

Poeta Fabrizio Villa

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email