Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

C’E’ UN PRATO… INCONTRIAMOCI LA’

Al di là delle idee di ciò che è giusto o ingiusto c’è un prato Incontriamoci là (M. J. Rumi) Sono così semplici e così potenti le parole di questa brevissima poesia che è davvero difficile commentarle!! Mi è sembrata una concentratissima risposta ad un quesito così importante: dov’è il confine? In ogni campo il confine porebbe essere questo: al di là di ciò che ritengo giusto o sbagliato purchè non porti danno a nessuno! In una coppia: incontriamoci nel prato, al di là di tutto, lasciamo che soffi il vento leggero della comprensione sulle nostre divergenze: non stringermi nella tua mano così forte da soffocare anche il mio amore per te! Lascia che il mio respiro libero sia profumo per i tuoi sensi. Amor mio, la mia libertà è la tua felicità, la mia passione è il tuo piacere, il mio mare è lo specchio cristallino che vedo nei tuoi occhi. Non esistono difese in amore! Se avrai bisogno di me io ci sarò – se avrò bisogno di te tu sarai là, e non avrà importanza alcuna il mio prestigio oppure il tuo, perchè saremo il perfetto complemento l’uno per l’altra. Nel mondo: mio caro vicino, la mia libertà finisce dove comincia la tua, l’erba del tuo prato non è più verde nè più folta della mia: solo la prospettiva inganna sul colore e sull’aspetto. La mia porta è aperta se hai fame e se hai sete, il mio aiuto è a portata di mano nella misura in cui posso aiutarti, ma ricorda: la tua libertà finisce dove la mia incomincia e nemmeno il mio prato è più verde del tuo. Nel lavoro: ognuno deve dare nella misura in cui può contribuire allo sviluppo economico, nell’interesse sociale e spirituale della società: w la costituzione italiana. Tra amici: ciò che appartiene a me appartiene a te: mi troverai disposto a scendere dal letto in pigiama e a difenderti al costo di prenderle, ma dovrai essere pronto al fatto che potrei ridartele, e magari con gli interessi! La mia porta sarà sempre aperta e mi aspetterò di trovare aperta la tua. Non esprimerò giudizi e non ne attenderò ma ti spronerò se lo riterrò necessario e mi aspetterò lo stesso da te. Pretenderò e darò rispetto e, nei limiti massimi delle mie possibilità, farò quanto potrò per essere un punto di riferimento certo e sicuro: se pensi che non siano condizioni troppo grevi per un’amicizia duratura io sono qui! (ecco spiegato perchè i veri amici! Sono così rari!) Potremmo scrivere un libro …….. Maria Francesca Brambilla

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email