Rimani sempre aggiornato! - Scarica l'App di New Entry!

A DAVIDE BARONCHELLI

All’infinito si perdeva la strada il sole al declino illuminava il firmamento sferzavano l’aria i rombi delle moto in corsa galoppate da valorosi guerrieri i cui cuori battevano all’unisono scandendo l’ora che lenta avanzava con ferocia inaudita per concludere la triste sorte. Anche tu, Davide vento tra i capelli occhi arguti ammaliato dalla bellezza del presente hai colto lo sguardo di sorella morte audace condottiera con ironica destrezza t’ha colto di sorpresa annaspando frugando vorace tra sogni, speranze ed interstizi ciechi. In una sera come tante altre sublime eppure monotona si è compiuto il destino in un istante hai dovuto salutare la vita. Volgi l’occhio paterno al piccolo Ivan il cui incanto innocente affascina ed intenerisce il cui cuore, or colto dal dolore, possa un giorno comprendere il grande amore di padre che sempre gli hai riservato. La tua presenza sia per lui compagna fida consolatrice l’anima empia di eterno nella speranza certa che un giorno vi rincontrerete. Milena, la mamma di Vittoria e Celeste

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email